rivista di gnomonica... e dintorni


download riviste
dal n. 1 al n. 27


redazione


logo & locandine


come collaborare con la rivista


Errata Corrige



Editoriale del n. 27

Cari lettori, con questo numero inizia il nono anno della rivista. Alcuni timidi segnali di risveglio dopo il torpore pandemico che ci ha costretti a limitare i nostri incontri fanno ben sperare per una futura ripresa dei Seminari Nazionali. Un esempio ne è stato l'incontro a Varese dello scorso settembre, che sarà seguito dall'incontro organizzato ad Aiello da Aurelio Pantanali in occasione dell'inaugurazione, il giorno 8 di maggio, del “Pallone Gnomonico” in onore alla Nazionale calcistica del 1982 vincitrice del mondiale spagnolo.

Gli articoli che compongono questo numero (pur di ben 103 pagine) non sono molti, strano: l'assenza del Seminario avrebbe dovuto aumentarne l'affluenza. Si vede che alcuni preferiscono ancora conservare le loro memorie per un Seminario che si sta spostando sempre più in avanti. Il nostro consiglio è di pubblicare sulla rivista. Per il Seminario, quando si deciderà la data, avrete tempo per preparare qualcosa di nuovo !

Il primo articolo in questo numero è quello di Paolo Albèri Auber che ci parla della “Regola di Erfurt” prendendo spunto da un articolo di Schaldach comparso recentemente sulla rivista di gnomonica ed orologeria tedesca. Mario Arnaldi continua, in questa terza puntata, la sua esposizione sulla terminologia usata nello specificare i diversi generi di ore e di orologi solari.

Giuseppe De Donà espone la sua esperienza per calcolare la data del solstizio, usando il metodo applicato da Eustachio Manfredi nel 1734 sulla linea meridiana del Cassini in San Petronio a Bologna. Luigi Ghia tenta di rispondere con questo articolo agli interrogativi sollevati in lista sulla possibilità o meno di realizzare un orologio solare sulla Luna. Manuel Pizarro gnomonista Catalano raccoglie un elenco di orologi solari a cornice disseminati in tutta Europa. Elsa Stocco, prendendo spunto dal passaggio nel 1797 dal sistema orario Italico a quello Francese nella Repubblica di Venezia, ci illustra come è possibile creare uno strumento usato all'epoca, che permette di passare agevolmente da un sistema all'altro.

Due sono i contributi brevi, l'uno di Francesco Caviglia che spiega come è possibile tarare una “pseudo-meridiana” e l'altro di Alessandro Gunella che introduce alla traduzione del libro tratto dalla “Caelestis Mathematicae….” sulla gnomonica secondo Guarino Guarini, allegata come “Bonus”.

Seguono la consueta rassegna di riviste gnomoniche e la presentazione di tre libri; uno di Denis Savoie scritto in francese, e due in italiano di David Rooney e di Giovanni Barbi.

Tra le Notizie Gnomoniche, lo scioglimento della associazione gnomonica del Quebeq in lingua francese, un concorso gnomonico organizzato dal francese Roger Torrenti, l'inaugurazione ad Aiello del complesso gnomonico poliedrico a forma di pallone da calcio di cui si è data notizia all'inizio di questo editoriale ed il convegno sul Tempo svoltosi a Roma a Palazzo Spada nel marzo scorso.

La rubrica Gnomonica nel Web ci informa sulla possibilità di poter scaricare i numeri arretrati di alcune riviste straniere quali la rivista francese “Cadran Info”, la rivista della associazione inglese “Bulletin”, la rivista “Analema” della associazione spagnola AARS, e la rivista canadese del Quebeq in lingua francese “Le Gnomoniste”.

La rubrica “Quiz” presenta la soluzione relativa allo scorso numero ed espone un nuovo quesito lunare.

Buona lettura e Buona Pasqua a tutti!

La Redazione


inviate commenti e suggerimenti a
redazione@orologisolari.eu